AICI | 1978-2018 Aldo Moro, un uomo libero – Fondazione Donat-Cattin
21324
post-template-default,single,single-post,postid-21324,single-format-standard,edgt-core-1.0.1,ajax_fade,page_not_loaded,,hudson-ver-1.8, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,overlapping_content,animate_overlapping_content,frame_around_overlapping_content,blog_installed,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive
 

1978-2018 Aldo Moro, un uomo libero – Fondazione Donat-Cattin

Mag 08 2018

1978-2018 Aldo Moro, un uomo libero – Fondazione Donat-Cattin

La Fondazione Donat-Cattin e la Fondazione Vera Nocentini vi invitano all’incontro in ricordo di A. Moro

1978-2018 ALDO MORO, UN UOMO LIBERO

 

Martedì 8 maggio 2018 – ore 18
Polo del ‘900, Palazzo San Daniele, Sala ‘900, v. del Carmine 14

Testimonianze e interventi di:

Guido Bodrato, politico e collaboratore di Aldo Moro
Gianni Oliva, storico
Michele Ruggiero, giornalista

Modera: Luca Rolandi
Letture a cura di Rocco Rizzo

Aldo Moro, quarant’anni dopo. Tanto è trascorso da quella tragica mattina di marzo in cui venne rapito in via Fani, per poi essere ritrovato morto, cinquantacinque giorni dopo, il 9 maggio 1978, nel bagagliaio di una Renault 4 rossa parcheggiata in via Caetani, a metà strada fra la sede della DC in piazza del Gesù e quella del PCI in via Botteghe Oscure. Aldo Moro e il suo amore per i giovani, al punto che anteponeva l’incarico di professore universitario al ruolo di ministro degli Esteri o di presidente del Consiglio; la sua lucidità visionaria, la lungimiranza, la passione civile, il rifiuto di ogni fascismo, la bellezza interiore, la sobrietà, il garbo e l’apparente tristezza che altro non era se non una forma di mite timidezza.
Evento in collaborazione con Edizioni del Capricorno.

Condividi post