AICI | [Comunicato stampa] Le imprese culturali: Un fronte comune verso una public social responsability
21549
post-template-default,single,single-post,postid-21549,single-format-standard,edgt-core-1.0.1,ajax_fade,page_not_loaded,,hudson-ver-1.8, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,overlapping_content,animate_overlapping_content,frame_around_overlapping_content,blog_installed,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive
 

[Comunicato stampa] Le imprese culturali: Un fronte comune verso una public social responsability

Ott 15 2018

[Comunicato stampa] Le imprese culturali: Un fronte comune verso una public social responsability

CONVEGNO

 

Le imprese culturali: Un fronte comune verso una public social responsability

 

Mercoledì 17 Ottobre 2018  – CNEL Sala del parlamentino Viale David Lubin 2 – Roma Ore 09,30

 

“…ogni persona ha il diritto, nel rispetto dei diritti e delle libertà altrui, ad interessarsi all’eredità culturale di propria scelta, in quanto parte del diritto a partecipare liberamente alla vita culturale, sancito dalla Dichiarazione universale delle Nazioni Unite dei diritti dell’uomo (1948) e garantito dal Patto Internazionale sui Diritti Economici, Sociali e Culturali” Convenzione di Faro

 

Mercoledì 17 Ottobre 2018, presso il Cnel, Sala del parlamentino, in Roma, si terrà il Convegno nazionale dal titolo: “Le imprese culturali: Un fronte comune verso una public social responsability”.

 

L’evento promosso dall’AICI (Associazione delle Istituzioni di Cultura Italiane) con il patrocinio del Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili e del Consiglio Nazionale del Notariato, ha come scopo quello analizzare il quadro generale dal punto di vista giuridico e tributario che le organizzazioni culturali dovranno affrontare in seguito alla riforma del terzo settore. L’esame puntuale delle singole fattispecie consentirà di mostrare criticità e opportunità della nuova cornice normativa, avviando una riflessione sullo stato dell’arte e le prospettive.

 

La legge di bilancio per il 2018 (legge n. 205/2017), poi, ha introdotto la qualifica di imprese culturali e creative, prevedendo alcuni strumenti agevolativi dal punto di vista fiscale. Infine, verranno illustrate le opportunità delle società benefit che completano il quadro di ibridazione tra responsabilità sociale e mercato con la possibilità offerta alle società profit di perseguire scopi un tempo solo propri del terzo settore (sociali, ambientali e culturali).

 

Nell’ambito del Convegno verrà poi esaminata la possibilità di un progetto di costituzione di una rete associativa nazionale delle organizzazioni culturali. Questo consentirebbe alle istituzioni culturali di realizzare una grande rete associativa nazionale all’interno del Terzo Settore, che possa finalmente consentire una rappresentanza del settore, come strumento di advocacy per le istanze e le specificità del comparto culturale e creativo.

 

 

Al Convegno parteciperanno:

 

Tiziano Treu, Presidente CNEL

Mario Civetta, Presidente Ordine Dottori Commercialisti e Esperti Contabili di Roma

Paola Passarelli, Direttore Generale Biblioteche e Istituti Culturali-MIBAC

Marco D’Isanto, Dottore Commercialista; esperto in fiscalità delle organizzazioni Culturali

Alessandro Lombardi, Direttore Generale Ministero del Lavoro

Irene Sanesi, CNDCEC, membro del gruppo di lavoro Economia e Cultura

Franco Broccardi, CNDCEC, coordinatore del gruppo di lavoro Economia e Cultura

Monica De Paoli, Notaio in Milano; CNN, membro della commissione Enti non profit del Consiglio Nazionale del Notariato

Valdo Spini, Presidente AICI, Associazione delle Istituzioni di Cultura Italiane

 

Per contatti: Segreteria Aici segreteria@aici.it – 06 6879953

Condividi post