Istituto Enciclopedia Italiana

L’Istituto della Enciclopedia Italiana, fondata da Giovanni Treccani, ente di diritto privato d’interesse nazionale e istituzione culturale ai sensi della legge n. 123, 2 aprile 1980 (poi 534/1996), nasce il 18 febbraio 1925 come Istituto G. Treccani, con il fine di dotare la cultura italiana di una moderna e sistematica enciclopedia e di una biografia nazionale. Si configura oggi come casa editrice, centro di ricerca e di progetti culturali. L’Istituto ha sede presso il cinquecentesco palazzo Mattei di Paganica, costruito per Lodovico Mattei su disegno del Vignola e decorato da affreschi della scuola degli Zuccari. La Biblioteca, istituita nel 1925 con il compito di documentare, per ogni ambito disciplinare e per ogni area geografica, la produzione editoriale sia nel campo umanistico sia in quello scientifico, è aperta a studiosi, ricercatori e docenti. Lo sviluppo della Biblioteca riflette la crescita dell’Istituto: alle iniziali acquisizioni di enciclopedie coeve e di una raccolta specializzata di enciclopedie tematiche, lessici e dizionari dal XVI al XIX secolo, si sono nel tempo aggiunte bibliografie nazionali e internazionali, generali e speciali, biografie retrospettive e correnti, storie generali e saggistica relativa a sezioni specializzate di storia della scienza, linguistica, arte, storia del libro e dell’editoria, storia delle accademie e delle istituzioni culturali. Attualmente la Biblioteca dispone di circa 130.000 volumi, 900 pubblicazioni seriali, di una Emeroteca con quotidiani nazionali e stranieri. Nel 1987 ha aderito al Servizio Bibliotecario Nazionale (SBN), consentendo inoltre ad altre biblioteche private e pubbliche di connettersi al Servizio attraverso le proprie infrastrutture informatiche. L’Archivio storico, dichiarato nel 1986 dallo Stato “di notevole interesse storico” in quanto “fonte preziosa per la storia della cultura italiana del Novecento”, conserva, oltre ai fondi istituzionali e redazionali, numerosi carteggi e documenti dei protagonisti intellettuali del Novecento e gli archivi personali di Umberto Bosco, Gaetano De Sanctis, Luigi Federzoni, Ildebrando Pizzetti, Raffaele Contu, Ersilio Michel. L’Archivio aderisce al progetto “Archivi del Novecento”.

Indirizzo

  • Street: Piazza della Enciclopedia Italiana, 4
  • City: Roma
  • State: Italy

Contatti

  • Telephone: 06 68982223
  • Fax: 06 68982116
  • E-Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina acconsenti all’uso dei cookie.