AICI | La Conferenza di Ravello nel programma del 2018 Anno Europeo del Patrimonio
21101
post-template-default,single,single-post,postid-21101,single-format-standard,edgt-core-1.0.1,ajax_fade,page_not_loaded,,hudson-ver-1.8, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,overlapping_content,animate_overlapping_content,frame_around_overlapping_content,blog_installed,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive
 

La Conferenza di Ravello nel programma del 2018 Anno Europeo del Patrimonio

Nov 21 2017

La Conferenza di Ravello nel programma del 2018 Anno Europeo del Patrimonio

UE, FRANCESCHINI: CULTURA STRUMENTO PIÙ POTENTE PER CONTRASTARE POPULISMI E NAZIONALISMI

Nel 2018 eventi e iniziative per celebrare l’Anno Europeo del Patrimonio

 

Il Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo, Dario Franceschini, è intervenuto oggi alla Sala Spadolini del Collegio Romano al convegno riguardante l’Anno Europeo del Patrimonio Culturale 2018 in Italia. L’evento è stato promosso dalla Commissione Europea per incoraggiare la condivisione e la valorizzazione del patrimonio culturale del continente, sensibilizzare alla storia e ai valori comuni e rafforzare il senso di appartenenza a uno spazio comune europeo.

 

Tre gli obiettivi generali: promuovere il ruolo del patrimonio culturale dell’Europa quale componente essenziale della diversità culturale e del dialogo interculturale, rafforzare il contributo del patrimonio culturale dell’Europa alla società e all’economia, promuovere il patrimonio culturale come elemento importante delle relazioni tra l’Unione e i paesi terzi.

 

Nel corso del convegno, al quale ha partecipato anche la parlamentare europea Silvia Costa, il Ministro Franceschini ha dichiarato: “L’Europa è il più grande consumatore e produttore di contenuti culturali, in grado di esercitare una leadership mondiale se capace di presentarsi unita. Inoltre la cultura è un grande fattore unificante, molto più dell’azione dei singoli governi: c’è una cittadinanza comune che sta crescendo condividendo arte, cinema, letteratura europei. Infine investire in cultura è lo strumento più potente per contrastare i tanti populismi, nazionalismi e spinte antieruopee cresciuti sull’onda della crisi”.

 

Roma, 20 novembre 2017
Ufficio Stampa MiBACT

 

Clicca qui per scaricare il calendario
Condividi post