AICI | Le case della memoria partigiana
21712
post-template-default,single,single-post,postid-21712,single-format-standard,edgt-core-1.0.1,ajax_fade,page_not_loaded,,hudson-ver-1.8, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,overlapping_content,animate_overlapping_content,frame_around_overlapping_content,blog_installed,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive
 

Le case della memoria partigiana

case della memoria partigiana
Nov 22 2018

Le case della memoria partigiana

LE CASE DELLA MEMORIA PARTIGIANA

SEMINARIO SULLA RAPPRESENTAZIONE MUSEOGRAFICA ITALIANA ED EUROPEA

 

Milano, Casa della Memoria, via Federico Confalonieri 14
Venerdì 30 novembre dalle 14.30 – Sabato 1° dicembre dalle 9.30

 

L’Anpi nazionale e l’Istituto Nazionale “Ferruccio Parri” promuovono per il 30 novembre-1 dicembre il convegno “Le case della memoria partigiana”.

 

Il convegno, che si svolgerà alla Casa della Memoria di via Confalonieri, si propone di fare il punto sulla museografia italiana ed europea sulla resistenza durante la Seconda guerra mondiale.

 

Saranno presenti le principali realtà italiane ed alcuni importanti esempi esteri.

 

Per l’Italia verranno presentati musei storici come il Museo del deportato di Carpi (Marzia Luppi) e Casa Cervi (Albertina Soliani); il Museo diffuso di Torino (Guido Vaglio), che rappresenta la realtà più consolidata sul piano nazionale; ma anche strutture di nuova generazione come Fosdinovo (Massimo Dadà) e Montefiorino (Mirco Carrattieri).

 

Sul piano internazionale, saranno presenti importanti musei dell’Europa occidentale, come Amsterdam (Olanda) e Copenaghen (Danimarca), quest’ultimo tra l’altro in corso di riallestimento; ma anche alcuni esempi dell’Europa orientale, come Lubiana (Slovenia) e Varsavia (Polonia); verrà inoltre presentato l’interessante caso del Vercors (Francia). A questa sessione prenderanno parte tecnici di notevole fama come Liesbeth Van der Hotrst e Henrik Lundbak; a discutere la giovane museologa Paola Boccalatte.

 

L’introduzione sarà della presidente dell’Anpi nazionale Carla Nespolo; mentre concluderà Paolo Pezzino, presidente dell’Istituto Nazionale “Ferruccio Parri”.

 

Si tratta di una occasione particolarmente importante, data la vivacità della attuale scena internazionale in merito ai musei di storia contemporanea, con tante nuove realtà (a partire dalla ambiziosa House of European History di Bruxelles), vari progetti europei (da Eunamus a Unrest) e accesi dibattiti pubblici (si pensi a quello sul Museo della Seconda guerra Mondiale di Danzica).

 

Ma l’appuntamento è rilevante anche per il contesto italiano, in una fase in cui molto si discute di public history e delle modalità di musealizzazione della storia nazionale; e in cui il tema fascismo-antifascismo ha ripreso interesse anche nell’industria culturale.

 

Nell’occasione tra l’altro la presidente Maria Cleofe Filippi presenterà la neonata rete nazionale dei luoghi della memoria “Paesaggi della Memoria” (www.paesaggidellamemoria.it/); e Philip Cooke esporrà il progetto di una rete europea di ricerca sul tema (ResNet).

 

Durante lo svolgimento del convegno sarà possibile anche vedere una scelta della mostra internazionale sulla resistenza europea realizzata dalla Fir.

 

–> Programma completo sul portale dell’Istituto nazionale Ferruccio Parri

 

 

case della memoria partigiana

 

Condividi post