OLTRE IL ’68 – Due educatori in viaggio nella provvisoria reale utopia, dalla segregazione all’integrazione sociale - AICI
22086
post-template-default,single,single-post,postid-22086,single-format-standard,edgt-core-1.0.1,ajax_fade,page_not_loaded,,hudson-ver-1.8, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,overlapping_content,animate_overlapping_content,frame_around_overlapping_content,blog_installed,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive
 

OLTRE IL ’68 – Due educatori in viaggio nella provvisoria reale utopia, dalla segregazione all’integrazione sociale

Apr 29 2019

OLTRE IL ’68 – Due educatori in viaggio nella provvisoria reale utopia, dalla segregazione all’integrazione sociale

Venerdì 3 maggio 2019, h. 17.30 – Ingresso libero

Polo del ‘900 , Sala didattica, Via del Carmine 14, Torino

 

Che percorsi hanno fatto tanti protagonisti “minori” del ’68, che hanno vissuto in modo intenso quell’esperienza e ad essa hanno fatto riferimento nelle scelte della loro vita personale, civica e professionale? Giovanni Garena e Luciano Tosco lo sintetizzano mirabilmente nel “Prologo” al loro libro, che la Fondazione Donat-Cattin e il Centro studi Piero Gobetti presentano al Polo del ‘900: “La stragrande maggioranza di noi, ex giovani del ’68, ha raccolto la sua eredità di ideali e utopia cercando di immetterla nella realtà attraverso la normale fatica quotidiana dell’esercizio di buone pratiche, senza mai cedere alle lusinghe della vita comoda e facile. E per i servizi sociali ed educativi questa generazione ha contribuito in modo determinante a costruire la storia del passaggio dalla violenza e dalla segregazione all’integrazione sociale”.
Un punto di vista non sempre presente nelle tante iniziative che abbiamo dedicato a quegli anni. Una lacuna che vogliamo colmare con l’incontro che proponiamo.

 

Condividi post