AICI | Istituto di Bibliografia Musicale – IBIMUS
20388
portfolio_page-template-default,single,single-portfolio_page,postid-20388,edgt-core-1.0.1,ajax_fade,page_not_loaded,,hudson-ver-1.8, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,overlapping_content,animate_overlapping_content,frame_around_overlapping_content,blog_installed,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive
 

Istituto di Bibliografia Musicale – IBIMUS

Istituto di Bibliografia Musicale – IBIMUS

Tra il 1975 ed il 1979 un gruppo di ricercatori intraprende, per conto del Répertoire International des Sources Musicales (RISM), l’inventario dei luoghi di conservazione e la catalogazione sistematica dei manoscritti musicali esistenti nelle biblioteche e negli archivi di Roma e Lazio, in collegamento con altri gruppi di ricerca attivi in Italia.

 

L’équipe di musicologi, dopo la schedatura di importanti ‘giacimenti’, tra cui i fondi Barberini e Chigi della Biblioteca Apostolica Vaticana, le collezioni Baini e Compagnoni Marefoschi della Biblioteca Casanatense e alcune raccolte private, avverte la necessità di rendere disponibile al pubblico le informazioni ottenute, creando una struttura che fosse, allo stesso tempo, centro di raccolta dei dati e punto di coordinamento dell’attività di ricerca a livello regionale.

 

Si costituisce così il 12 ottobre del 1979 l’Istituto di Bibliografia Musicale (IBIMUS) che, «escluso ogni fine di lucro, si propone:

  • il censimento delle biblioteche pubbliche, ecclesiastiche e private, degli archivi che custodiscono libri e manoscritti musicali, esistenti a Roma, nella Regione Lazio e in altre zone dell’Italia centro-meridionale;
  • la catalogazione dei manoscritti musicali, con norme uniformi ai criteri stabiliti dall’Istituto Centrale per il Catalogo Unico delle Biblioteche Italiane e dal RISM;
  • lo studio delle edizioni musicali romane e degli stampatori operanti in Roma nei secoli XV-XVIII;
  • la pubblicazione di bibliografie e cataloghi;
  • l’organizzazione di corsi di bibliografia e musicologia per la preparazione di ricercatori che possano operare nel settore;
  • la costituzione di una biblioteca specializzata;
  • la collaborazione, nel settore dei manoscritti e stampe musicali, con il RISM di Francoforte e con l’URFM di Milano.

 

Indirizzo

  • Via: Viale Castro Pretorio, 105
  • Codice Postale: 00185
  • Città: Roma

 

Contatti

 

Condividi