AICI | Presentazione del volume Ai confini della docenza – Fondazione Lelio e Lisli Basso Onlus
21527
post-template-default,single,single-post,postid-21527,single-format-standard,edgt-core-1.0.1,ajax_fade,page_not_loaded,,hudson-ver-1.8, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,overlapping_content,animate_overlapping_content,frame_around_overlapping_content,blog_installed,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive
 

Presentazione del volume Ai confini della docenza – Fondazione Lelio e Lisli Basso Onlus

Set 27 2018

Presentazione del volume Ai confini della docenza – Fondazione Lelio e Lisli Basso Onlus

Presentazione del volume Ai confini della docenza. Per una critica dell’università (Accademia University Press, 2018)

 

(a cura di Riccardo Bellofiore e Giovanna Vertova)

 

Interventi di: Giacomo Cossu, Alessandro Ferrara, Roberto Finelli, Alessandro Roncaglia

 

Introduce e coordina: Laura Pennacchi

 

Saranno presenti i curatori

 

Roma, 25 ottobre 2018, ore 17:00Sala conferenze della Fondazione Basso

 

Il volume contiene saggi dei curatori e di Michele Dal Lago, Guglielmo Forges Davanzati, Francesco Garibaldo e Emilio Rebecchi; e inoltre di Augusto Graziani, Lucio Magri, Claudio Napoleoni.

È scaricabile gratuitamente dal sito della casa editrice a questo indirizzo:http://www.aaccademia.it/scheda-libro?aaref=1223

 

___________________________

Il volume presenta una critica dell’Università diversa da quelle correnti. La prima parte, dedicata alla crisi dell’Università (con contributi di Bellofiore, Vertova, Forges Davanzati e Dal Lago) propone tanto una analisi delle controriforme da Berlinguer ad oggi quanto una critica della valutazione della ricerca. Tutte questioni inquadrate sullo sfondo dei cambiamenti del capitalismo e sull’attacco al pensiero critico in economia: il discorso ha però valenza generale. Viene ripubblicato un articolo di Lucio Magri sulla riforma della scuola, nella convinzione che l’università e la scuola non siano mondi a parte ma strettamente integrati. La seconda parte del volume si volge alla critica dell’economia politica, ponendosi in dialogo con il movimento di Rethinking Economics. Bellofiore rivendica l’attualità della migliore tradizione del pensiero economico italiano che  intrecciava indissolubilmente analisi e storia delle teorie in conflitto, già a partire dalla didattica di base. Vengono pubblicati due contributi di Graziani e Napoleoni rappresentativi di questo approccio. Il volume si chiude con la presentazione di una ricerca condotta per la FLC da Garibaldo e Rebecchi nell’Ateneo di Bergamo. Forse per la prima volta il lavoro nell’università non viene identificato con la sola docenza ma coinvolge tutte le lavoratrici e i lavoratori che si scontrano quotidianamente con i processi di riorganizzazione.

 

anno di pubblicazione 2018

Condividi post