Assessore Cultura Regione Puglia Massimo Bray in visita istituzionale alla Fondazione Tatarella - AICI
25994
post-template-default,single,single-post,postid-25994,single-format-standard,edgt-core-1.0.1,ajax_fade,page_not_loaded,,hudson-ver-1.8, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,overlapping_content,animate_overlapping_content,frame_around_overlapping_content,blog_installed,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive
 

Assessore Cultura Regione Puglia Massimo Bray in visita istituzionale alla Fondazione Tatarella

Giu 29 2021

Assessore Cultura Regione Puglia Massimo Bray in visita istituzionale alla Fondazione Tatarella

Visita istituzionale alla sede della Fondazione Tatarella di Massimo Bray, Assessore alla cultura, turismo, sviluppo e impresa turistica della Regione Puglia. Già Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo nel 2013, Bray è Direttore generale della Treccani dal 2015, nonché intellettuale e autorevole studioso della cultura storico letteraria italiana.

 

Guidato dal Vice Presidente Avv. Fabrizio Tatarella e del Direttore della Fondazione Avv. Giuseppe Tatarella, Bray ha avuto modo di apprezzare la ricca Biblioteca della Fondazione, dichiarata dal Ministero per la Cultura di “eccezionale interesse culturale”, e l’Archivio documentale dichiarato di interesse “storico particolarmente importante” e attualmente sottoposto a interventi di riordino, inventariazione e digitalizzazione finanziati dal MiC.

 

Presenti all’incontro il Prof. Nicola Barbuti, ricercatore e docente del Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università degli Studi di Bari Aldo Moro e CEO della DABIMUS srl, Spin Off UNIBA specializzata nella digitalizzazione di beni documentali, impegnata nel Progetto per digitalizzare e indicizzare l’importante archivio dei fratelli Pinuccio e Salvatore Tatarella, e Loredana Gianfrate e Marianna Lo Basso, CEO e archivista professionista della società Imago Cooperativa Sociale, che sta provvedendo al riordinamento e schedatura dell’imponente archivio.

 

La Fondazione Tatarella ha recentemente ottenuto un nuovo finanziamento per proseguire questo imponente progetto presentando una nuova proposta sul Bando del MiC per la Concessione dei contributi a progetti per interventi su archivi dei movimenti politici, che la Direzione Generale Archivi ha valutato positivamente.

 

La Fondazione, infatti, conserva patrimonio librario e documentale del Msi e di An di maggior consistenza sia qualitativa, che numerica nel panorama culturale nazionale della storia politica del Novecento, e rappresenta un unicum per quando riguarda la destra italiana e la sua recente evoluzione storica.

 

Proprio nei locali della sede istituzionale, che trasudano storia e politica dagli anni del dopoguerra in poi, Pinuccio Tatarella ha immaginato il percorso della destra italiana nella sua evoluzione in moderna forza di governo. Tra questi documenti e queste carte che appartengono ai due fratelli Tatarella è possibile ricostruire non solo la storia e le vicende politiche di due persone, ma l’intera storia di una comunità, quella della destra italiana, raccontata da fonti primarie nei suoi processi di trasformazione verso i nuovi scenari politici della storia contemporanea.

 

In allegato le foto della visita di Bray alla Fondazione Tatarella

Bari 29 giugno 2021

 

Condividi post