Donne, genere, generazioni: il lavoro, i diritti, i linguaggi - AICI
25919
post-template-default,single,single-post,postid-25919,single-format-standard,edgt-core-1.0.1,ajax_fade,page_not_loaded,,hudson-ver-1.8, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,overlapping_content,animate_overlapping_content,frame_around_overlapping_content,blog_installed,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive
 

Donne, genere, generazioni: il lavoro, i diritti, i linguaggi

Giu 17 2021

Donne, genere, generazioni: il lavoro, i diritti, i linguaggi

21 giugno 2021 | Cortile di Palazzo San Daniele | ore 18.30 e ore 21.30


Concludiamo la programmazione nell’ambito del progetto integrato del Polo del ‘900 Donne, genere, generazioni: il lavoro, i diritti, i linguaggi, coordinato dal nostro Istituto, dalla Fondazione Nocentini e dall’Istituto Salvemini, con un doppio appuntamento: 

21 giugno ore 18.30 | Cortile di Palazzo San Daniele: Il ‘900 delle donne –  Maratona di lettura 
a cura di Anna Abate ed Eleni Molos

Fotografe, scrittrici, poetesse, esploratrici e innovatrici di linguaggi. Le donne sono questo e molto altro, sono una varietà di voci che non si lasciano incatenare negli stereotipi, testimoni di un punto di vista plurale e non convenzionale.
Sette attori e due musicisti accompagnano il pubblico in un percorso di parole, coraggio ed emozioni.
Live Music: Salgari Records presenta un liveset elettronica e violoncello – Davide Vizio (Migra) e Bea Zanin (Polimnia)
Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria a questo link: https://polodel900.secure.force.com/eventi?IdEvt=a0C6N0000004rGd
L’evento sarà disponibile in streaming sui canali Facebook e YouTube degli Istituti coinvolti

a seguire:

ore 21.30 | Cortile di Palazzo San Daniele: La Storia siamo noi – spettacolo teatrale 

Il lavoro delle donne attraverso una genealogia al femminile
A cura di Gabriella Bordin ed Elena Ruzza
La protagonista in scena ripercorre le tappe del lavoro delle donne, scandite dalle leggi, dalle lotte per i diritti, dagli eventi politici e sociali a partire dall’inizio del ‘900 fino ad oggi. Lo fa attraverso il racconto delle vite e delle scelte delle donne della sua famiglia. Così compaiono la bisnonna operaia tessile, la nonna dattilografa, la madre insegnante e lei, la figlia, ancora precaria. Tutte con i loro sogni, delusioni e aspettative, rappresentanti di quella “metà del cielo” che ogni giorno ha fatto e fa la Storia.
Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria a questo link:  https://polodel900.secure.force.com/eventi?IdEvt=a0C6N0000004nDN
Condividi post