Il M° Michele Mirabella per la rassegna “Incontri d’Autore” della Fondazione Tatarella - AICI
26530
post-template-default,single,single-post,postid-26530,single-format-standard,edgt-core-1.0.1,ajax_fade,page_not_loaded,,hudson-ver-1.8, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,overlapping_content,animate_overlapping_content,frame_around_overlapping_content,blog_installed,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive
 

Il M° Michele Mirabella per la rassegna “Incontri d’Autore” della Fondazione Tatarella

Nov 10 2021

Il M° Michele Mirabella per la rassegna “Incontri d’Autore” della Fondazione Tatarella

Bari 10.11.2021

COMUNICATO STAMPA

 

Il M° Michele Mirabella per la rassegna “Incontri d’Autore” della Fondazione Tatarella

 

Per la rassegna “Incontri d’Autore”, la Fondazione Tatarella ospiterà il prof. Michele Mirabella, sabato 13 novembre, alle ore 19.00, nella suggestiva cornice della Chiesa Santa Teresa dei Maschi di Bari, per la presentazione dell’audio libro “Domani a memoria”, edito da Volume Audiobooks.

 

Una raccolta di 27 classici della poesia italiana, selezionati e valorizzati dalla magnifica interpretazione del giornalista e conduttore Rai, il “professore della televisione, che da anni dona lustro alla nostra regione spaziando dalla tv al teatro, dalla radio alla carta stampata.

 

Tra i grandi capolavori della nostra tradizione letteraria non mancano Francesco Petrarca, Giacomo Leopardi, Cecco Angiolieri, Ugo Foscolo, Alessandro Manzoni, Luigi Mercantini, Angelo Novaro Giuseppe Giusti, Edmondo De Amicis, Ada Negri, Jean La Fontaine, Aldo Palazzeschi, Giosuè Carducci, Giovanni Pascoli, Guido Gozzano e Dante Alighieri,

 

L’evento, introdotto dalla giornalista Annalisa Tatarella, vedrà anche la partecipazione del prof. Antonio d’Itollo, che dialogherà con il prezioso ospite, tra i più grandi conoscitori della lirica italiana.

 

Per partecipare all’appuntamento gratuito è necessario esibire il Green Pass all’ingresso della Chiesa Santa Teresa dei Maschi, che dal 15 al 28 novembre ospiterà anche la mostra del “Collettivo Contro Accademia”.

 

Condividi post